sabato 28 novembre 2015

Il Verbale

Dopo il consiglio, si sa, c'è sempre un verbale.
LaNuova mi ha affidato il coordinamento di SecondaInside.
Secondo me Principessa-Limone non è contenta. No, sarà un'impressione, ma per tutto il consiglio ha continuato a dire cose tipo
Chi farà il verbale dovrà mettere in evidenza questo-e-quello
La collega che ha ricevuto l'incarico dovrà dire quello-e-questo 
Questo senza mai usare il mio nome e senza mai rivolgersi a me direttamente.
Chi-farà-il-verbale l'ha lasciata parlare senza fare un plissé.
Poi è arrivata la mail.
Principessa-Limone è una mailomane: subissa tutto il mondo di e-mail con ordini istruzioni dettagliate su ogni cosa, che a quanto pare vengono regolarmente derubricate a JUNK.
In questa mail scriveva (tra le altre cose)
Ricordo ad Aliceland che va aggiunto nell'ultima colonna il motivo della rinuncia degli studenti affinché la preside abbia chiara la situazione
Persino nella mail indirizzata a me usa la terza persona...

Io insegno da quindici anni (esattamente come lei) e faccio la coordinatrice da sempre. Non mi è mai capitato che un collega si permettesse di dire come fare il verbale a chiunque. Di contro, nessuno si è mai permesso di dire a un collega cosa mettere in evidenza o come doveva impostare il verbale a priori.
Semplicemente si parla e tendenzialmente si fa affidamento sul fatto che il segretario riporterà quello che è stato detto di rilevante durante la riunione. E in genere si è grati di non essere coloro che hanno questo barboso compito.
Al limite, alla riunione successiva, se manca qualcosa si chiede di inserirla, perché qualcosa può sempre sfuggire, anche se di sicuro non si pensa che il segretario l'abbia fatto per fare un dispetto a qualcuno, no?

Ma questo non basta: addirittura fornire un modello da compilare e imporre di usare le parole che ha usato lei nel suo verbale...seriously?

Si dà il caso che LaNuova abbia fornito un modello di verbale (dove non c'era certamente la compilazione guidata dei punti dell'o.d.g.), e si dà il caso che LaNuova sia la Preside.
E allora?
Allora ho usato il modello de LaNuova infischiandomene allegramente delle tabelle excel e modelli predisposti da Principessa-Limone.
Spedisco il tutto a LaNuova con copia conoscenza ai colleghi e tempo 24 ore ricevo un'altra mail della mailomane
Cara Aliceland, mancano diverse informazioni al verbale che hai preparato, alcune essenziali. Come ti avevo già scritto la parte relativa a ... andava formulata secondo il modello del verbale che ti avevo mandato la settimana scorsa
Già alla prima parola mi è andata di traverso l'olivetta del martini.
Cara?
Facciamo dell'ironia?
Il "come ti avevo già scritto", la variante di come ti ho già detto tante volte.
"Andava formulata secondo il modello che ti avevo mandato", rivela l'ego smisurato di questa malata di mente.

one week later

LaNuova mi dice "ho visto il carteggio sul verbale"... perché tutto ciò è stato inoltrato a tutti (non so se consapevolmente da parte di Principessa-Limone perché è alquanto sfigata con le cosiddette nuove tecnologie) ... LaNuova molto diplomaticamente mi dà un suggerimento, io faccio la modifica - che non è affatto quello che chiede Principessa-Limone - e rimando il tutto corretto solo a LaNuova... e che cazz!!!!

8 commenti:

  1. Bene, è vero che il/la collega rompicazzo è una costante universale di tutte le scuole e di tutti gli uffici, ma va onestamente riconosciuto che ti è capitato in sorte un modello fuoriclasse!

    RispondiElimina
  2. Santi numi, quanto tempo da perdere.

    RispondiElimina
  3. @murasaki: eh, sempre le cose in grande io. 😜

    @povna: ma davvero!!!!! Le porto una borsa di roba da stirare, così impegna il suo tempo in modo produttivo 😂

    RispondiElimina
  4. Ops! Non si vedono le faccine
    ;-)
    :-)

    RispondiElimina
  5. @dolcezze: eh? Vuoi dire che ce ne sono addirittura due? Ma allora il mondo è un posto veramente poco amichevole!!!! ;-)

    RispondiElimina
  6. E che cazz. Esatto. Oppure, in lingua meneghina antica "s'o facess essa"

    RispondiElimina
  7. @roceresale: esattamente quello che avevo (ed ho) intenzione di dirle alla prossima obiezione, perché ci sarà. Sicuro come l'oro.

    RispondiElimina